fiera san ciriaco ancona
EVENTI IN ITALIA WINE & FOOD

Ancona e la Fiera di San Ciriaco

By - 25 maggio 2017

 

monumento caduti ancona

 

Un’idea per festeggiare il ponte del 1 Maggio

Il 1 Maggio si sa, è la festa dei lavoratori e spesso questa festa fa rima con scampagnata.

Quest’anno in questa data ho visitato Ancona e la sua rinomata Fiera di San Ciriaco.

Questa festa si svolge ogni anno dal 1 al 4 maggio proprio in onere di San Ciriaco, il patrono della città.

Oltre 500 espositori da Viale della Vittoria fino a Piazza della Repubblica, in una suggestiva passeggiata da mare a mare.

Un momento di aggregazione, un’occasione per fare acquisti, ma anche per incontrarsi nella magnifica cornice della città che gode di un affaccio sul mare tra i più belli dell’Adriatico.

Ma dicevamo… bancarelle… ebbene sì! 500! No, non è uno scherzo!

Da quelle del cibo con specialità regionali, a quelle per l’arredamento della casa, sino a quelle di abbigliamento e oggettistica. Insomma… se siete in vena di shopping qui potrete davvero sbizzarrirvi!

Il percorso è piuttosto lungo, ma potete spezzarlo con una pausa pranzo in Piazza Pertini, dove si tiene la Festa del Cibo in Piazza, con specialità di varie regioni e paesi del mondo. (per il programma aggiornato cliccate qui)

Ancona: un ottimo compromesso tra mare e città

Ancona è un continuo saliscendi.

E’posta sul promontorio del Monte Conero e l’effetto visivo che si ottiene è davvero forte.

Mentre passeggiate tra le bancarelle fermatevi a scattare qualche foto dentro al Monumento dei caduti in Piazza IV Novembre e se c’è una bella giornata di sole allungate lo sguardo verso il mare. Quante tonalità di azzurro riconoscete???

 

monumento caduti ancona

 

Dopo un giro tra le bancarelle immergetevi nella vita cittadina del centro storico e arrivate alla Cattedrale di San Ciriaco. Da qui potrete godere di un bellissimo panorama sulla città e sul porto.

Vicino al porto vi consiglio di arrivare fino alla Mole Vanvitelliana, una struttura a pianta pentagonale davvero unica nel suo genere e sede di importanti mostre e musei.

 

duomo Ancona

 

A proposito, la sapete una curiosità?

La storia di Ancona sembra risalga ai Greci, che la fondarono proprio per la posizione a gomito che ben si adattava alla costruzione del porto.

Non a caso il nome deriva dalla parola “ankon” che in greco significa “gomito”. Ecco perché questa città è strettamente legata al mare.

Arrivati al porto potrete ammirare anche l’Arco di Traiano e l’Anfiteatro Romano.

Il bello di questa gita è che potrete coniugare l’atmosfera di una festa di paese, ma dalle dimensioni piuttosto grandi – credetemi che non avevo mai visto tante bancarelle tutte insieme – , alla visita di una città dal forte impatto culturale, storico e perché no, visivo.

 

duomo Ancona

 

Potrebbe essere la classica scampagnata della domenica, oppure, se avete qualche giorno a disposizione, potrebbe trasformarsi di qualcosa in più. Di certo le alternative in territorio marchigiano non mancano.

Qualche suggerimento? E’ difficile, perché le Marche offrono davvero tanto per tutti i gusti.

Dovrete solo chiedervi se cercate mare e allora potreste optare per esempio per Portonovo e Senigallia, oppure se volte visitare alcune città come Fabriano, famosa per l’arte della carta, Osimo con le sue bellissime grotte, Loreto, con il suo celebre duomo e Castelfidardo, città simbolo della fisarmonica.

Se amate un pò l’avventura vi consiglio una giornata alle Grotte di Frasassi dove, con l’aiuto di guide specializzate, potrete praticare lo speleotrekking.

 

mare Ancona

mare Ancona

porto Ancona

porto Ancona

 

 

 

TAGS

LEAVE A COMMENT

SILVIA
Romagna (Italy)

Il mio ingrediente segreto? L' Emozione. Emozioni che partono dalla testa, passano per il cuore e arrivano allo stomaco. Che dite ... vi emozionate insieme a me?

Cerca sul blog …
Instagram
La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

@tasteyourescape