Dove dormire a Vienna: il mio consiglio green

Cerchi un hotel dove dormire a Vienna? Ecco i miei consigli per un soggiorno green, sostenibile e rilassante per goderti al meglio la città.

0

Quando si decide un viaggio una delle prime cose a cui si pensa è certamente l’hotel.
Sempre più spesso, quando viaggio sia per piacere, che per lavoro, i temi della sostenibilità e del green sono divenuti parte integrante delle mie scelte.
Se stai cercando un hotel dove dormire a Vienna sei nel posto giusto.
Vieni con me, ti porto a scoprire il Boutiquehotel Stadthhalle.

Leggi anche: Cosa vedere a Vienna in 4 giorni tra cultura e divertimento

dove dormire a vienna

Dove dormire a Vienna: guida ai quartieri

Vienna è una città ricca di arte e cultura, dove non mancano divertimento e movida notturna.
La città è divisa in 23 quartieri o distretti cittadini (Bezirk), ognuno dei quali ha le sue peculiarità e caratteristiche.
Ci sono i bezirk più piccoli e quelli più estesi, quelli più colorati, più ricchi o con le abitazioni popolari, alcuni sono i preferiti degli studenti, altri dei funzionari dell’Onu, altri ancora accolgono solo immigrati.

L ‘Innere Stadt (1° distretto) è il centro storico, dove si trovano molte attrazioni.
Qui hanno sede il Parlamento, il Municipio e l’iconica Cattedrale di Santo Stefano.
E’ sicuramente il quartiere più comodo dove soggiornare, ma anche quello più costoso, ideale forse se hai poco tempo a disposizione.
Leopoldstadt è un quartiere emergente, ricco di aree verdi e molto vicino al centro.
È pieno di piccoli negozi di design, caffetterie, ristoranti e bar alla moda. In questo quartiere troverai il Prater Park e il quartiere ebraico.
Landstrasse ospita la bellissima Hundertwasserhaus e diversi parchi.
Questo quartiere è una piacevole alternativa alla vita frenetica della città, pur rimanendo nel suo centro.
Qui si trova anche la stazione della metropolitana e dei treni “Wien Mitte”, che collega comodamente la città e l’aeroporto grazie al “CAT- City Airport Train”.

Leggi anche: Dove mangiare a Vienna tra ristoranti e birrerie

 

distretti di vienna
Fonte: www.erasmusu.com

Il sesto distretto (Mariahilf) e il settimo distretto (Neubau), sono i luoghi da visitare se sei amante delle boutique alla moda e dei bar, ma anche dei musei.
Le due zone sono divise dalla famosa Maria Hilfer Strasse, una lunghissima via dello shopping con negozi di ogni genere.
Wieden viene spesso scelto per la vita notturna, mentre per cibo e ristoranti Naschmarkt è sicuramente un’ottima idea.

distretti dal 4 al 9 di Vienna sono noti per la loro atmosfera vivace, con numerosi pub, negozi caratteristici e vicoli affascinanti.
Il decimo distretto (Favoriten) ospita la stazione ferroviaria centrale di Vienna, che collega la città con il resto dell’Austria.
Hietzing è uno dei quartieri più belli dell’intera città. È molto verde, ha un’impronta locale e ospita anche il famoso Castello di Schönbrunn e il più antico zoo d’Europa.
I distretti dal 14 al 19 si trovano lungo il lato sinistro, all’esterno del “Gürtel”, una strada che circonda l’intera città come una cintura, da cui il nome.

Ma quindi dove dormire a Vienna?
Come anticipato, ogni quartiere sopra citato ha le sue particolarità.
Il mio consiglio è quello di valutare le tue esigenze e i tuoi bisogni, tenendo un occhio ovviamente alla vicinanza ai mezzi e al prezzo.
La mia scelta su dove dormire a Vienna è ricaduta sul Boutiquehotel Stadthalle.
Ti porto a scoprirlo!

Leggi anche: Gli Heuriger di Vienna: la tradizione del vino

Dove dormire a Vienna: Boutiquehotel Stadthalle

Essendo a Vienna per 4 giorni e avendo sia impegni di lavoro, che tempo libero, la scelta dell’hotel doveva avere per me criteri ben specifici.
Nella mia scelta su dove dormire a Vienna ho tenuto conto di vari fattori: vicinanza ai mezzi di trasporto, colazione inclusa, buon rapporto qualità-prezzo e non da ultimo visione green e sostenibile, in linea con la mia visione di vita e aziendale.
Ecco perché la mia scelta è ricaduta sul Boutiquehotel Stadthalle.

L’hotel si trova nel 15° distretto (Rudolfsheim-Fünfhaus), a pochi metri di distanza da due fermate metro Westbahnhof e Schweglerstraße, entrambe comode per spostarsi in ogni parte della città.
La prima, molto più grande e decisamente più trafficata della seconda è sulla linea arancione U3 e marrone U6, mentre la seconda collega solo la linea arancione U3.
Entrambe sono molto comode e potrai optare per l’una o per l’altra, a seconda del tuo itinerario.
Nelle vicinanze dell’hotel ti segnalo anche vari supermercati, tra cui un grande Lidl, importanti specie nelle calde giornate d’estate.
E se come me deciderai di raggiungere la città dall’aeroporto con il bus della Vienna Airport Line, sarai molto vicino alla stazione ferroviaria Wien Westbahnhof (Europaplatz), dove vi è il collegamento.

Leggi anche: Vienna City Card: la tessera per visitare Vienna

metro di vienna
Fonte: www.turistafaidate.it

Il Boutique Hotel Stadthalle è dotato di 80 camere in totale.
Qui il tema principale è l’upcycling, ossia l’arte di creare qualcosa di nuovo da cose vecchie per alleviare il peso del pianeta, dando spazio alla creatività e regalando un’atmosfera confortevole.
Il claim dell’hotel è “Verde nel cuore” e da subito è facile capire perché.
L’ambiente è il fil rouge di tutto l’hotel, ciò che sta dietro alla filosofia di chi lo gestisce e lo cura giornalmente.
E’ il primo hotel cittadino con un bilancio energetico pari a zero e per via del suo grande impegno sostenibile ha ricevuto innumerevoli premi.

Leggi anche: 4 Caffè storici a Vienna da non perdere

hotel in vienna: where to stay in vienna

Boutique hotel Stadthalle e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile

Il 25 settembre 2015 tutti i 193 Stati membri delle Nazioni Unite, durante l’Assemblea Generale, hanno adottato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.
Questa contiene i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile (SDG), che coprono aspetti sociali, ecologici ed economici e mirano alla “trasformazione del nostro mondo”.
Questi Obiettivi di sviluppo sostenibile contengono tra gli altri, connessioni tra povertà, degrado ambientale, disuguaglianza, modalità di produzione e consumo e corruzione.
Il loro obiettivo è che le sfide devono essere affrontate sia a livello globale che simultaneamente e non dovrebbero essere limitate ai confini regionali o tematici.
Tutti gli obiettivi si applicano a tutti i paesi, sottolineando l’urgenza della cooperazione globale, al fine di ottenere cambiamenti positivi per le generazioni future.

hotel green: boutiquehotel stadthalle vienna

Sono proprio questi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile ad aver ispirato l’approccio del Boutique hotel Stadthalle, mostrando come si possa integrare pratiche più sostenibili nella vita di tutti i giorni.
Il team dell’hotel cerca ogni giorno infatti di comprendere appieno l’essenza di ogni SDG e di integrarlo nel proprio modo di lavorare.
Negli ultimi anni, in particolare, il Boutique hotel Stadthalle è arrivato vicino al raggiungimento dei singoli obiettivi SDG, motivo per cui si definisce con orgoglio il primo hotel SDG al mondo.
Ma è nell’estate del 2020 che il Boutique Stadthalle ha assunto un’ottica ancora più sostenibile, ultimando la ristrutturazione di 17 camere sostenibili che reinterpretano proprio i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.
Questo entusiasmante progetto è stato implementato insieme a Gabarage, un’impresa sociale dello stesso distretto.

Leggi anche: Visitare Schönbrunn: consigli pratici

hotel sostenibili nel mondo: boutiquehotel stadthalle vienna

In ogni stanza vengono utilizzati mobili di upcycling fatti in casa, per creare consapevolezza del rispettivo obiettivo di sostenibilità.
Nella mia stanza, con vista sul giardino ad esempio, avevo abat-jour realizzate con vecchi palloni da calcio, appendini ottenuti da vecchie palline da tennis, cassette della frutta come portaoggetti, vecchi sci come appendiabiti e tantissimi altri oggetti che hanno avuto l’occasione di una seconda vita.
Il tema rappresentato da questa camera è la buona salute e il benessere.
L’obiettivo richiede la parità di accesso all’assistenza sanitaria e alla protezione sociale che promuova la salute fisica, mentale e sociale, al fine di garantire a tutti l’accesso a farmaci essenziali, a prezzi accessibili.
In questa camera si vuole ricordare quanto sia importante la salute per vivere bene e come ognuno abbia in gran parte la propria salute nelle proprie mani.

I manubri, i vecchi palloni da calcio, la panca, la cyclette, utilizzati nella stanza, ricordano di continuare sempre a muoversi.
Un piccolo pouf invita a rilassarsi, perché anche le pause sono una parte importante della nostra vita.
Una mela fresca accoglie gli ospiti in camera, così come dolci caramelle alla frutta.
Niente frigo o minibar in camera per limitare il consumo di energia (21.024 kg di CO₂ risparmiati all’anno), e gli interruttori della luce sono stati realizzati in modo da evitare lo spreco.

Boutique hotel Stadthalle e la visione green

Il tema green e sostenibile non abbraccia soltanto le camere, ma l’intera filosofia dell’albergo.
L’hotel è avvolto da una bellissima oasi verde nel cortile, da cui si possono sentire gli uccellini cinguettare al mattino, accompagnati dal ronzio delle api che raccolgono il polline per il loro miele sul tetto pieno di lavanda.
Le pareti del cortile interno del Boutique hotel Stadthalle sono completamente ricoperte di edera e formano uno sfondo unico che fa subito dimenticare di essere a pochi minuti dal centro di Vienna.
L’impianto fotovoltaico di 93 m2 genera quasi tutta l’elettricità che si consuma e l’impianto solare, che si trova direttamente sul tetto, è indispensabile per la produzione di acqua calda.

Leggi anche: 4 Punti panoramici a Vienna per una vista mozzafiato

where to stay in viennateam hotel boutique standhalle vienna

La filosofia della sostenibilità si applica anche alla colazione.
L’accogliente terrazza nel cortile e la più raccolta sala interna sono uno spazio perfetto per gustare una colazione 100% bio, dal miele di propria produzione, fino al pane fresco, dalle torte fatte in casa, ai succhi di frutta, fino a latte, yogurt e cereali.
Un mix di dolce e salato in un’ambientazione che in più di un’occasione mi ha fatta sembrare in montagna, con un’attenzione e una cura maniacale.

Per un’appassionata di tisane come me poi c’era pure un dispenser per farti da solo la tua tisana, con tanto di bustine da preparare con i diversi infusi da immergere nell’acqua calda.
Ultimo tassello, ma non meno importante, è sicuramente lo staff.
Discreto, attento, meticoloso e disponibile ad accompagnarti nel tuo viaggio a Vienna green.

hotel con colazione bio a viennacolazione boutique hotel stadthalle vienna

Come avrai capito sono tanti i motivi per cui mi sento di consigliarti questo hotel.
Se sei una persona attenta al green e al sostenibile e stai cercando un hotel dove dormire a Vienna, il Boutique Hotel Stadthalle, potrebbe fare al caso tuo.
Come sempre, se proverai quest’esperienza lasciami un commento.
Sarà un piacere discuterne insieme!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore digita il tuo nome qui