Viaggiare con il caffè: l’esperienza al Vinitaly con Nespresso - Taste Your Escape
vinitaly 2018
EVENTI IN ITALIA WINE & FOOD

Viaggiare con il caffè: l’esperienza al Vinitaly con Nespresso

By - 4 maggio 2018

 

vinitaly 2018

 

Definire il Vinitaly non è facile.

O meglio, lo sarebbe se si guardasse a questa manifestazione con pura superficialità e distacco, pensando si tratti semplicemente di una fiera del vino.

No, Vinitaly è molto di più. E’ un evento nell’evento.

Un grande show con migliaia di espositori che nel corso degli anni ha accresciuto attorno a sé visitatori, addetti del settore e curiosi.

Stand a rappresentanza di tutte le regioni italiane, workshop e convegni che per quattro giorni coinvolgono non solo Verona Fiere, ma l’intera città di Verona con eventi collaterali al Vinitaly and the city.

Sì lo so, il nome è un chiaro richiamo al serial Sex and the city.

Ma in questo caso niente taxi gialli  e niente Cosmopolitan… qui si cammina a piedi per il centro storico di Verona tra un calice di vino e l’aria di movida tra le vie.

 

vinitaly 52

52° Vinitaly Verona

Vinitaly: percorrere l’Italia attraverso un calice di vino

Ormai da anni visito questa manifestazione e dopo tante edizioni devo dire che mi sono fatta una mia idea in merito.

Visitare Vinitaly può essere un arricchimento, ma solo se la si vive a modo.

Cosa intendo?

Bè… ogni anno mi capita di vedere persone che vanno lì solo per bere senza limite, senza la minima cognizione o passione e talvolta senza nemmeno rendersi conto quando è il caso di fermarsi.

Ecco, in questi casi… lasciamelo dire.. perché?

Altro punto… in tanti vanno al Vinitaly e poi si soffermano solo sui produttori che già conoscono, assaggiando solo vini che consumano d’abitudine. Anche qui… dove sta l’arricchimento?

 

l'essenza del vino vinitaly

L’essenza del vino

Visitare il Vinitaly a Verona: come viverlo al meglio

Il bello di una manifestazione di questa portata è proprio quello di conoscere nuove realtà e scoprire nuovi produttori.

Percorrere l’Italia in lungo e in largo attraverso le sue zone vitivinicole, ma anche attraverso le sue specialità gastronomiche con un padiglione ad hoc dedicato ai vari prodotti tipici regionali.

Vuoi mettere entrare in Emilia Romagna, fare un assaggio di sangiovese e Piadina romagnola, passare poi  in Sicilia per assaporare un profumato Grillo ed essere accolti in Trentino da un ottimo Lagrein?

Questo è il bello di Vinitaly.. percorrere chilometri e chilometri all’interno di una fiera, io quest’anno sono arrivata a quota 14, passando per tutta l’Italia.

 

vino italiano al vinitaly

L’Italia attraverso il vino

 

E non solo! Una delle parti che preferisco è quella legata ai vini internazionali, che si possono degustare con meno facilità.

Così in un attimo passi dal Pinotage del Sudafrica allo Champagne francese!

Questo è l’arricchimento del Vinitaly. Fare tesoro di una manifestazione come questa per conoscere nuovi produttori, assaggiare nuovi vini e partecipare a degustazioni e convegni formativi che possono accrescere la nostra conoscenza in materia.

E non da ultimo sentire le storie dei produttori.

Sì, perché dentro ogni bottiglia c’è una storia.

Spesso qui sono i piccoli produttori a parlare, la parola famiglia assume un ruolo di primo piano e il passaggio generazionale è sintomo di orgoglio.

 

vino e famiglia vinitaly

Vino e storie

Vinitaly: le varie sezioni della fiera 

Il mondo del vino ha fatto e  sta facendo tanti progressi.

E con lui anche Vinitaly cresce di pari passo.

Ciò che ho potuto vedere negli ultimi anni  è stato soprattutto un consolidarsi dei prodotti regionali e di nicchia con la riscoperta di piccole Doc locali e autoctoni recuperati.

C’è stato poi un avvicinarsi sempre più ai vini biologici, naturali e biodinamici, ed è aumentato il peso dato ai vini internazionali con il coinvolgimento  di un maggior numero di paesi e produttori.

E non da ultimo si sta cercando di dare sempre più importanza al comparto gastronomico per consolidare la sinergia tra vino e cibo.

 

frasi vinitaly 2018

La filosofia del vino

 

capraie vinitaly 2018

Bottiglie d’arte di vino

Non solo vino: la mia esperienza al Vinitaly con Nespresso

Pur amando alla follia il vino, un’intera giornata a calice alzato può rivelarsi però davvero impegnativa, per cui ogni anno cerco sempre un’esperienza diversa.

Quest’anno con Nespresso ho viaggiato pur restando comodamente seduta su uno sgabello.

Ho viaggiato attraverso il caffè.

Tema: chiudi gli occhi e respira pepe bianco, vaniglia, frutti rossi, chiodi di garofano e muschio bagnato. Ci sei! Sei immerso tra Colombia e India.

E qui gioca il primo dei cinque sensi, che va ad unirsi al secondo, il gusto, quando prendi in mano una tazzina di caffè e degusti le nuove due fragranze Nespresso Rosabaya de Colombia e Nespresso Indriya.

La miscela del caffè si unisce ad una spruzzata di profumo che richiama quelle terre.

Sei dentro al viaggio! Stai facendo la tua esperienza.

Questo per me è  Vinitaly:  un’esperienza sotto vari fronti.

E il tuo Vinitaly com’è stato?

 

TAGS
6 Comments
  1. Rispondi

    Anna

    5 maggio 2018

    Io invece sarei super curiosa di andarci, ma ancora non ho avuto occasione! Dev’essere proprio una bella esperienza!

    • Rispondi

      silvia

      5 maggio 2018

      Ah direi che super curiosa è la parola giusta, io lo sono sempre da quando ci vado! 😉

  2. Rispondi

    Valentina

    6 maggio 2018

    Mannaggia, mi sono persa questo evento, uff!
    Bellissima la tua descrizione, invidio davvero la tua esperienza tra vini e caffè!

    • Rispondi

      silvia

      9 maggio 2018

      Io sono un’appassionata di vino e adoro il caffè, quindi la combo direi che è stata perfetta! 😉

  3. Rispondi

    Dani

    7 maggio 2018

    Mai stata a Vinitaly e mi incuriosisce molto. Non sono molto esperta di vini, ma sarebbe un’ottima occasione per imparare qualcosa di più a riguardo.

    • Rispondi

      silvia

      9 maggio 2018

      E’ una bellissima manifestazione se sai come prenderla. Se devi andare tanto per… o perchè fa figo… magari no ecco 🙂

LEAVE A COMMENT

SILVIA
Romagna (Italy)

Il mio ingrediente segreto? L' Emozione. Emozioni che partono dalla testa, passano per il cuore e arrivano allo stomaco. Che dite ... vi emozionate insieme a me?

Cerca sul blog …
Instagram
La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

@tasteyourescape